share it

domenica 21 dicembre 2014

Koughelopf di Natale profumato al thé Earl Grey

Per fare questo dolce di Natale dovete prendervi il tempo dell'attesa, la frutta va fatta macerare per 12 ore nel thé e questo procedimento renderà il vostro Koughelopf di Natale una delizia speciale che sorprenderà i vostri ospiti! La presenza dei datteri e del mango gli danno un tocco esotico e diverso dai soliti sapori conosciuti del Natale, il thé al bergamotto poi gli dà un profumo è un sapore così particolare che spero vi conquisterà come ha conquistato me!



Ingredienti

150 gr datteri snocciolati
150 gr mango secco
120 gr zucchero di canna
1 lime la scorza
6 dl thé Earl Grey
1 uovo
350 gr farina
2 cucchiaini lievito
1 pizzico di sale
100 gr pistacchi sgusciati
1 cucchiaino cannella
1/2 cucchiaino noce moscata
1/4 cucchiaino cardamomo in polvere

Bagna

1 dl thé Earl Grey
1 lime il succo
2 cucchiaini zucchero a velo
Zucchero a velo per decorare

Preparate il thé, tagliate a dadini i datteri e il mango, metteteli in una ciotola, aggiungete la scorza del lime, lo zucchero e versate il thé bollente sulla frutta, coprite e mettete in frigo a riposare per tutta la notte o per 12 ore. 
Il giorno dopo troverete la frutta bella gonfia, aggiungete l'uovo e amalgamatelo, poi unite la farina col lievito e il sale, le spezie e i pistacchi tritati, mescolate tutto finché è ben omogeneo e versate l'impasto in uno stampo da Koughelopf oliato e infarinato.
Cuocete in forno a 180* per 65 minuti circa nel piano più basso. Preparate il thé per la bagna, aggiungete il succo del lime e lo zucchero a velo, quando togliete il dolce dal forno bucatelo abbondantemente con uno spiedino di legno, versate sopra il thé uniformemente, lasciate impregnare la bagna, poi girate lo stampo e sformate il Koughelopf su una gratella, fatelo raffreddare e infine spolverizzatelo con lo zucchero a velo.

mercoledì 3 dicembre 2014

San Nicolao di pane dolce e Pupazzo di neve

Sabato 6 dicembre è san Nicola e qui, in Svizzera, c'è la tradizione di festeggiare san Nicolao (la festa è conosciuta anche in Germania e in Austria). San Nicola è considerato un patrono dei bambini e questa festa è dedicata a loro. Nella Svizzera tedesca San Nicola viene chiamato „Samichlaus". Nelle regioni cattoliche della Svizzera la figura del vescovo vestita di rosso o di bianco è spesso accompagnata da un aiutante con abiti scuri (nella Svizzera tedesca è chiamato „Schmutzli“ o „Butzli“, in Romandia „Père fouettard“). Nelle regioni riformate San Nicola è rappresentato perlopiù come un vecchio con una lunga barba, un mantello con cappuccio e un bastone. San Nicola e il suo aiutante visitano i bambini nelle case, nelle scuole e negli asili. Portano con sé un sacco pieno di doni (noci, mandarini e altre leccornie) che distribuiscono ai bambini dopo che questi hanno recitato le loro poesie e canzoncine. Consultando il suo libro, San Nicola sa quali bambini durante l'anno trascorso sono stati buoni e quali invece meritano un rimprovero.
E' tradizione anche il pupazzo di pane dolce di san Nicolao, un omino fatto con la pasta lievitata, io l'ho preparato con mio figlio ed è stato un vero divertimento, abbiamo fatto anche il pupazzo di neve! Vi lascio la ricetta e le indicazioni per realizzarlo, con il resto della pasta usate la vostra creatività (va benissimo anche usare degli stampini grandi dei biscotti).

Ingredienti



500 gr farina per treccia o bianca 00

1 1/2 cucchiaino sale

3 cucchiai zucchero

1/2 cubo lievito fresco (ca 20 gr) sciolto in un dito d'acqua

60 gr burro morbido

2 1/2 dl latte

1 uovo sbattuto



Per decorare


granelli di zucchero

uvetta

momperiglia

1 cremino o 2 cucchiai di panna



Mescolare in una ciotola o in una impastatrice la farina col sale e lo zucchero, unire il lievito sciolto nell'acqua e infine il burro, il latte e metà uovo. Lavorate energicamente tutto fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico, copritelo con un canovaccio e fate riposare a temperatura ambiente per 1h. Mettete in frigo il resto dell'uovo.

Quando la pasta è lievitata create il vostro San Nicolao e il pupazzo di neve seguendo questo schema. 

1.Corpo
2.Cappello
3.Risvolto cappello
4.Naso, barba e baffi
5.Braccia (da inserire dietro la testa e portarle avanti sul corpo)
6.Piedi
Unite il cremino o la panna al resto dell'uovo, spennellate i pupazzi, decorateli a vostro piacere e cuoceteli su una teglia da forno ricoperta di carta forno e cuoceteli a 200° per 30 min circa. 




domenica 23 novembre 2014

Vellutata di topinambur al latte di cocco e cardamomo con tofu alla soja

Ecco che sono tornati i topinambur! Siamo in piena stagione di questo tubero meraviglioso,ricco di inulina, vitamina A e B, alimento perfetto per pulire l'intestino e ideale per i diabetici perchè aiuta ad abbassare i livelli dello zucchero nel sangue. A me piace tantissimo e quando lo trovo al supermercato non resisto, lo compro sempre. Stasera ho fatto una vellutata un po' insolita, con un tocco esotico, invece di usare la panna ho utilizzato il latte di cocco e ho profumato la vellutata con il cardamomo, aggiungere i cubetti di tofu alla soja è stato il naturale passo successivo. Una delizia!



Ingredienti per 2

500 gr topinambur
2 cucchiai olio evo
1 l brodo vegetale
1/2 cucchiaino cardamomo
sale e pepe q.b.

1 panetto tofu
1 cucchiaio olio evo
1 cucchiaio soja 
1 pizzico di cardamomo

Con il pelapatate pulite i topinambur, lavateli e tagliateli a cubetti. Tritate la cipolla e rosolatela nell'olio, poi unite i topinambur, salate un pochino e coprite col brodo, mettete il  coperchio e cuocete a fuoco medio per circa 20/25 minuti. Poi frullate tutto nella pentola con un minipimer, pepate se gradite e tenete al caldo la vellutata. Tagliate a cubetti il tofu e saltatelo in padella con l'olio, il cardamomo e la soja. Servite la vellutata con i cubetti di tofu nel centro e un filo di olio.

lunedì 17 novembre 2014

Torta di pere facilissima

E piove, piove...sono giorni difficili questi sotto il profilo metereologico, mai visto tanta acqua scendere e fare così tanti danni, sembra l'apocalisse! Oggi si resta a casa, la voglia di preparare una torta non mi manca mai, soprattutto in giornate così uggiose e grigie, ho le pere ruggine,quelle giuste per essere cotte, faccio una torta semplicissima, pochi ingredienti, veloce da preparare, ma perfetta per la merenda e la colazione, eccola qua!




Ingredienti

100 gr burro
100 gr zucchero
2 uova
1 pizzico sale
1 limone la scorza grattugiata
200 gr farina
1/2 bustina lievito
3 pere
30 gr mandorle a lamelle
1 cucchiaio zucchero di canna
zucchero a velo q.b.

Accendete il forno a 200°

Montate il burro con lo zucchero finchè è ben spumoso, aggiungete le uova una alla volta, il pizzico di sale, la scorza grattugiata del limone, la farina e il lievito. Lavorate bene gli ingredienti fino ad ottenere un composto morbido e cremoso, rivestite il fondo di uno stampo a cerniera con la carta forno, ungete il bordo con un po' di burro e versate l'impasto, stendetelo su tutta la superficie. Pelate e togliete il torsolo alle pere, tagliatele a fettine e disponetele a raggiera sull'impasto, spolverizzate con le mandorle e lo zucchero di canna, infornate per 1h circa, controllate la cottura con uno stuzzicadenti. Fate raffreddare la torta e poi spolveruzzatela con lo zucchero a velo sceso da un colino.


giovedì 13 novembre 2014

Torta di cioccolato e nocciole con le pere senza farina (glutenfree)

Vi piacciono le pere col cioccolato? A me tantissimo, trovo che pere-cioccolato e fragole-cioccolato siano due connubi perfetti, anche arance-cioccolato mi piace molto, a dire il vero. Ieri pomeriggio mi è venuta voglia di fare una torta con le pere e pensare quindi al cioccolato è stato naturale. Questa è una torta golosa ma leggera, le nocciole sostituiscono la farina, gli albumi montati sostituiscono il lievito, è perfetta come dessert a fine pasto, perfetta per chi è intollerante al glutine e perfetta per i golosi di cioccolato, come me.





Ingredienti

85 gr nocciole
85 gr cioccolato fondente
85 gr burro
1 cucchiaio liquore all'arancia (facoltativo)
85 gr zucchero greggio
3 uova separate
1 pizzico sale
3 pere piccole
zucchero a velo

Accendete il forno a 170°

In un padellino antiaderente tostate le nocciole, poi mettetele tra due fogli di carta cucina e strofinatele per togliere la pelle, tritatele in un mixer. Sciogliete il cioccolato col burro a bagnomaria, poi unite il liquore, mettete da parte. Sbattete i tuorli con lo zucchero finchè sarà ben sciolto e incorporato, unite il cioccolato fuso e le nocciole. Montate a neve gli albumi con il pizzico di sale e incorporateli delicatamente all'impasto. Rivestite con carta forno il fondo di uno stampo a cerniera da 22 cm e versate il composto, pelate ed eliminate il torsolo alle pere, tagliatele in quarti e adagiatele a raggiera sull'impasto.
Cuocete per 35 minuti circa, fate raffreddare la torta su una gratella e infine spolverizzatela con lo zucchero a velo.

giovedì 6 novembre 2014

Torta di riso e zucchine

Le torte salate sono sempre un risolvi pasto o aperitivo, io le ho sempre amate e sempre le amerò...ma ammetto che con il riso non le faccio proprio mai, che grande errore! Oggi ho fatto questa torta con riso e zucchine ma sono già pronta a sperimentare altre varianti, tipo spinaci, erbette, zucca, piselli...mettere il riso nel ripieno è tipico delle torte liguri e delle torte salate pasquali, ora che ho sperimentato il metodo mi diletterò in altre versioni sicuramente! Una fetta di questa torta e un insalatina sono un eccellente pasto da re, io ne sono rimasta entusiasta!







Ingredienti

1 pasta sfoglia rotonda
200 gr riso originario
2 grosse zucchine
2 cucchiai olio evo
1 spicchio aglio
sale e pepe q.b.
una manciata di prezzemolo
250 gr ricotta
2 uova
50 gr scamorza dolce grattugiata o parmigiano + 1 cucchiaio per spolverizzare

Lessate il riso in acqua bollente salata, scolatelo e conditelo con un filo di olio, mettetelo da parte. Lavate e spuntate le zucchine, tagliatele a cubetti piccoli o se preferite grattugiatele, rosolatele in padella con l'olio e l'aglio, salate e pepate, cuocetele per circa 10 minuti, finchè non sono tenere, spolverizzatele con il prezzemolo. In una terrina stemperate la ricotta, unite le uova, un pizzico di sale e pepe, il riso e la scamorza grattugiata, amalgamate bene gli ingredienti fino ad ottenere un composto morbido e omogeneo. Rivestite una tortiera bassa con la pasta sfoglia, bucherellate il fondo con una forchetta e versate il ripieno, livellate bene e spolverizzate con un po' di scamorza. Cuocete in forno caldo a 190° per 20/25 minuti, finchè si forma una crosticina dorata. Servite calda o tiepida, come preferite. E' buonissima anche fredda.



venerdì 24 ottobre 2014

Torta di joghurt e pere rustica

Ieri ho preparato una torta perfetta per la merenda o la colazione, una torta senza burro nè olio, con un po' di farina integrale e poco zucchero...una torta che va bene anche ai salutisti più convinti o ai perenni "a dieta", diciamo una torta senza sensi di colpa, che piace anche ai bambini...che volere di più? Oltretutto è buonissima :)






Ingredienti

2 uova
100 gr zucchero di canna
180 gr joghurt alla vaniglia
120 gr farina bianca
80 gr farina  integrale
1 bustina lievito
1 pizzico di sale
3 pere kaiser
2 cucchiai di zucchero di canna per spolverizzare
zucchero a velo

Accendete il forno a 180°

Lavorate le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto omogeneo e spumoso, poi unite lo joghurt, le due farine, il lievito e un pizzico di sale. Impastate bene e aggiungete all'impasto una pera pelata e tagliata a cubetti, pelate e tagliate a fettine sottili le altre due.
Foderate con carta forno uno stampo a cerniera di 24 cm, ungete i bordi e riempitelo con l'impasto, adagiate le pere a fette a raggiera, spolverizzate con lo zucchero di canna e infornate per 45-50 min, controllate la cottura con uno stuzzicadenti.Quando la torta è fredda spolverizzatela di zucchero a velo.