share it

mercoledì 21 gennaio 2015

Polpette di miglio e broccoli

Il miglio è un cereale minore poco considerato eppure è ricco di vitamine del gruppo A e B e, grazie all'elevato contenuto di acido silicico, è un vero alleato della bellezza, infatti rafforza unghie e capelli, fa bene alla pelle e protegge lo smalto dei denti. Molte persone lo considerano il cibo degli uccellini e credono sia un "pastone" da dare in pasto alle galline, niente di più sbagliato. Quando Elia era piccolo gli preparavo la minestrina di miglio col formaggino e da lì non l'ho mai abbandonato, nella mia dispensa c'è sempre! Si possono fare molte cose con il miglio, anche i dolci, ma oggi mi è venuta voglia di fare le polpette con i broccoli, non le avevo mai fatte e sono davvero soddisfatta perchè sono venute proprio come me le immaginavo, buone, croccanti, saporite e leggere grazie alla cottura in forno. Con questa base di ricetta si possono fare con tutte le verdure, il procedimento è semplicissimo e il risultato assicurato, eccole qua.



Ingredienti per circa 30 polpette

200 gr miglio decorticato
brodo vegetale
2 uova
sale e pepe q.b
50 gr parmigiano grattugiato
50 gr provolone dolce
2 cucchiai pane grattugiato + q.b. per impanatura
olio d'oliva
1 testa di broccolo
1 spicchio aglio
1 cucchiaio olio oliva
1 pizzico di sale

Lessate il miglio nel brodo vegetale secondo le indicazioni sulla confezione, scolatelo in un colino a maglie strette così che potete togliere tutta l'acqua, deve essere bello asciutto. Lavate e dividete in cimette il broccolo, mettetelo in una pentola con lo spicchio d'aglio, un po' d'acqua, il pizzico di sale e l'olio, lessatelo fino a che diventa morbido, scolatelo ed eliminate l'aglio. In una terrina mettete il miglio e i broccoli, aggiungete le uova, sale e pepe, il parmigiano, il pane grattugiato e il provolone a dadini piccoli, amalgamate bene fino ad ottenere un composto sodo. Rivestite la teglia del forno con carta forno, prelevate con un cucchiaio un po' di impasto e formate le polpette, passatele nel pan grattato e adagiatele sulla teglia, date un giro di olio e infornate a 180° per circa 20 minuti, finchè avranno fatto una bella crosticina.


giovedì 15 gennaio 2015

Torta di clementine

Ho preparato una torta x il compleanno di mia mamma l'altro ieri, una torta semplice, da mangiare a merenda con i bambini (mio figlio come al solito no), una vera delizia! La sua bontà sta tutta nell'impasto imbevuto di succo, la rende leggera e succosa, l'ho fatta con delle clementine dolcissime ma la ricetta si presta perfettamente anche con i limoni o le arance, a seconda della vostra disponibilità.


Ingredienti

250 gr burro
250 gr zucchero
4 uova
3 clementine la scorza grattugiata
250 gr farina
1/2 bustina lievito
1 pizzico di sale

Per la bagna

1 dl succo di clementine (5-6 clementine)
100 gr zucchero a velo

4-5 clementine per decorare

Lavorate il burro a pomata poi unite lo zucchero e montate fino a che sia montato. aggiungete le uova una alla volta, poi la scorza grattugiata delle clementine, la farina con il lievito e il sale, amalgamate bene tutto e versate l'impasto in una teglia di 23 cm ca, foderata di carta forno. Cuocete a 180° per circa 1 h, fate la prova cottura con uno stuzzicadenti
Una volta tolta dal forno bucherellate tutta la superficie con uno stuzzicadenti, spremete il succo dalle clementine e amalgamatelo con lo zucchero a velo, versatelo sulla torta e fatelo impregnare prima di sformarla.
A piacere decorate con le clementine tagliate a fette o a spicchi.


martedì 6 gennaio 2015

Roselline di sfoglia al pesto e tapenade

Volete stupire i vostri ospiti con uno stuzzichino semplicissimo ma di grande effetto? Queste roselline di sfoglia sono ciò che cercate, bellissime da presentare su un buffet d'aperitivo, sono interpretabili in mille modi, io le ho farcite con del pesto pronto e della crema di olive nere, ma potete mettere ciò che più vi aggrada, dal formaggio all'affettato, le vedo bene anche con della pancetta o del prosciutto cotto. Ora che ho scoperto questo metodo di sicuro le proverò con tante altre farciture, seguite la ricetta guardando le foto e non potrete sbagliare!



Ingredienti

1 rotolo di pasta sfoglia
pesto pronto q.b.
tapenade q.b.

Srotolate la pasta sfoglia e con un coppapasta tondo di misura piccola stampate 5 cerchi alla volta per comporre la vostra rosellina, accavallate i dischi come nella foto e spalmate un po' di pesto o tapenade su tutta la superficie, poi arrotolate stretto e tagliate la vostra rosellina a metà. Continuate così fino a terminare la pasta e adagiate le roselline in uno stampo da minimuffins, se non l'avete mettetele su una teglia ricoperta di carta forno, distanziate tra loro. Cuocete a 180° per 15-20 minuti, finchè non sono ben dorate.









sabato 3 gennaio 2015

Carpaccio di mango e melograno in salsa di lime e zenzero

Ecco un finale perfetto e senza sensi di colpa dopo le abbuffate delle feste, un dessert di frutta esotica leggero e profumato, ricco di sapore a basse calorie! Se volete renderlo più goloso basterà aggiungere una pallina di gelato alla vaniglia o un ciuffo di panna montata o addirittura del mascarpone o della ricotta zuccherata, a voi la scelta, è semplicissimo ma bellissimo da presentare ai vostri ospiti, eccola qua.



Ingredienti per 2 

1 mango maturo
1/4 di melograno
1/2 lime il succo
1 cucchiaino zenzero in polvere o fresco
1 1/2 cucchiaino sciroppo d'agave o miele 

Incidete il mango a metà in verticale, spelate prima una parte e praticate dei tagli profondi fino al nocciolo, poi passate la lama lungo il seme per tutta la lunghezza, le fette si staccheranno perfettamente dal nocciolo, adagiatele in modo circolare sul piatto da portata. Spelate l'altra parte ed eseguite la stessa operazione di taglio, poi sgranate il melograno e decorate il mango con i chicchi. Spremete il mezzo lime, unite lo zenzero e l'agave, emulsionate la salsina e versatela sul carpaccio.

lunedì 29 dicembre 2014

Brownies salati di panettone

Questi brownies salati sono un ottimo modo per riciclare il panettone, io li ho preparati con un panettone fresco aperto per l'occasione perchè questa ricetta mi incuriosiva troppo, ma si presta perfettamente con del panettone o anche del pandoro raffermo. La ricetta è di Nigella, infatti è la rivisitazione italiana del ripieno del tacchino del Ringraziamento americano, per noi è qualcosa di insolito e diverso da proporre su un buffet d'aperitivo sotto le feste. Io che amo i contrasti, il dolce e il salato insieme, li ho trovati deliziosi, di sicuro non lasciano indifferente il palato di chi li assaggia, non so spiegarveli, dovete assaggiarli per capire. Io ho preparato il ripieno il giorno prima e l'ho conservato coperto in frigo, il giorno dopo l'ho tolto dal frigorifero, l'ho fatto arrivare a temperatura ambiente, ho aggiunto le uova e l'ho infornato. In frigo l'impasto dura 2 giorni.




Ingredienti per ca 48 piccoli brownies

2 scalogni banana (quelli lunghi)
2 mele
350 gr pancetta a dadini
4 foglie di salvia
3 cucchiai olio evo
1 spicchio aglio
200 gr castagne sottovuoto
1 limone non trattato scorza e succo
500 gr panettone
2 uova
olio per ungere la vaschetta d'alluminio

Sbucciate le mele e gli scalogni, tagliateli a grossi pezzi e metteteli in un mixer con le foglie di salvia, tritate fino ad ottenere quasi una purea, aggiungete la pancetta a dadini.
Scaldate l'olio con l'aglio in ua padella antiaderente, aggiungete il composto e cuocetelo per circa 10-15 minuti, poi versatelo in una ciotola, eliminate lo spicchio d'aglio. Aggiungete il succo e la scorza del limone, le castagne sbriciolate con le mani e il panettone sbriciolato, impastate il tutto con le mani fino ad ottenere un composto omogeneo e molliccio. Se lo preparate in anticipo a questo punto copritelo e mettetelo in frigo, se lo infornate subito invece aggiungete le due uova e versate l'impasto in una teglia d'alluminio o in una pirofila unta di 30x20 cm. Cuocete a 200° per circa 25 minuti, finchè i bordi si staccano dalla vaschetta. Se lo cuocete il giorno dopo togliete l'impasto dal frigo un'ora prima di infornarlo, aggiungete le uova e seguite le indicazioni precedenti.
Fate raffeddare la vaschetta e poi tagliate a quadratini.

martedì 23 dicembre 2014

Alberello di pandoro con crema al mascarpone

L'alberello di pandoro non è certo una novità, ma è così bello e scenografico che anche un semplice pandoro e una crema al mascarpone diventano subito un'opera d'arte! Stupirete i vostri ospiti senza troppa fatica, preparate la crema in anticipo (ma sempre in giornata!) e assemblate l'albero all'ultimo momento, io ho decorato le punte con i ribes rossi ma potete lasciare spazio alla vostra fantasia e decorare con altri tipi di frutta o caramelle o palline di cioccolato...come più gradite! Buon Natale!








Ingredienti

1 pandoro
500 gr mascarpone
3 uova
4 cucchiai zucchero
ribes rossi

Preparate la crema al mascarpone, separate i tuorli dagli albumi, sbattete i rossi con lo zucchero finchè saranno chiari e spumosi, poi unite il mascarpone e amalgamate bene gli ingredienti. In un'altra ciotola montate a neve ferma gli albumi e poi uniteli delicatamente al mascarpone con movimenti dal basso verso l'alto, quando la crema è omogenea copritela e mettetela in frigo.
Aprite il pandoro e spolverizzatelo con metà dello zucchero a velo della confezione, mettetelo sdraiato in orizzontale e tagliate la prima fetta partendo dalla base, mettetela su un piatto da portata e ricopritela con un primo strato di crema arrivando bene fino alle punte della stella, tagliate la seconda fetta della stessa misura e adagiatela sul primo strato con le punte sfalzate, continuate con crema e fette sempre nello stesso modo (vedi foto).
Terminate mettendo un chicco di ribes su ogni punta dell'alberello e sulla sommità del pandoro spalmate un po' di crema e terminate con i chicchi di ribes, Spolverizzate di zucchero a velo.

domenica 21 dicembre 2014

Koughelopf di Natale profumato al thé Earl Grey

Per fare questo dolce di Natale dovete prendervi il tempo dell'attesa, la frutta va fatta macerare per 12 ore nel thé e questo procedimento renderà il vostro Koughelopf di Natale una delizia speciale che sorprenderà i vostri ospiti! La presenza dei datteri e del mango gli danno un tocco esotico e diverso dai soliti sapori conosciuti del Natale, il thé al bergamotto poi gli dà un profumo è un sapore così particolare che spero vi conquisterà come ha conquistato me!



Ingredienti

150 gr datteri snocciolati
150 gr mango secco
120 gr zucchero di canna
1 lime la scorza
6 dl thé Earl Grey
1 uovo
350 gr farina
2 cucchiaini lievito
1 pizzico di sale
100 gr pistacchi sgusciati
1 cucchiaino cannella
1/2 cucchiaino noce moscata
1/4 cucchiaino cardamomo in polvere

Bagna

1 dl thé Earl Grey
1 lime il succo
2 cucchiaini zucchero a velo
Zucchero a velo per decorare

Preparate il thé, tagliate a dadini i datteri e il mango, metteteli in una ciotola, aggiungete la scorza del lime, lo zucchero e versate il thé bollente sulla frutta, coprite e mettete in frigo a riposare per tutta la notte o per 12 ore. 
Il giorno dopo troverete la frutta bella gonfia, aggiungete l'uovo e amalgamatelo, poi unite la farina col lievito e il sale, le spezie e i pistacchi tritati, mescolate tutto finché è ben omogeneo e versate l'impasto in uno stampo da Koughelopf oliato e infarinato.
Cuocete in forno a 180* per 65 minuti circa nel piano più basso. Preparate il thé per la bagna, aggiungete il succo del lime e lo zucchero a velo, quando togliete il dolce dal forno bucatelo abbondantemente con uno spiedino di legno, versate sopra il thé uniformemente, lasciate impregnare la bagna, poi girate lo stampo e sformate il Koughelopf su una gratella, fatelo raffreddare e infine spolverizzatelo con lo zucchero a velo.