share it

lunedì 27 aprile 2015

Tonno tataki con guacamole e tartare di fragole e avocado

Adoro il tonno e amo l'avocado, entrambi li mangerei all'infinito, non mi stancano mai...oggi al supermercato ho comprato il tonno è arrivata a casa mi sono accorta di avere un avocado a disposizione, ero indecisa tra una tartare di tonno e avocado o un tonno al sesamo scottato, ho optato per la seconda idea, avevo comprato anche una cassetta di fragole...il piatto è nato da sè, ecco qua il mio tonno tataki!








Ingredienti per 1 persona come piatto unico o 2 come antipasto 

1 trancio di tonno rosso alto 
1 avocado
1/2 lime
3 cucchiai salsa di soia
1 cucchiaino zucchero di canna
1 cucchiaio succo lime
1 cucchiaio olio evo
Semi di sesamo q.b.
2/3 fragole
Sale e pepe q.b
Succo lime q.b.

In un piatto preparate la marinata con la soia, lo zucchero, l'olio e il succo di lime, emulsionate gli ingredienti finché si sciolgano e adagiate il tonno, copritelo completamente con la salsa e fate riposare per almeno 15 minuti. Prelevate la polpa di metà avocado e schiacciatela in un piatto con una forchetta, salate, pepate e bagnate con un po' di succo di lime. In un piatto piano fate uno strato di semi di sesamo, togliete il tonno dalla marinata e conservatela, tagliatelo a quadretti e passate i bocconcini nei semi, scaldate una padella antiaderente e cuocete il tonno 1 min per lato, togliete dal fuoco immediatamente. Lavate e tagliate a dadini le fragole, tagliate a dadini anche la metà dell'avocado rimasto, uniteli in una ciotolina, salate, pepate, spruzzate con un po' di succo di lime. 
Mettete la marinata nella padella dove avete cotto il tonno e fatela ridurre a fuoco vivace, condite la tartare con un cucchiaio di marinata, infine nel piatto di portata stendete uno strato di guacamole, adagiate i cubetti di tonno e completate con la tartare, versate qualche goccia di marinata sul tonno.

lunedì 20 aprile 2015

Peperoni agrodolci all'aceto balsamico con mozzarella di bufala e salsa all'aglio orsino

Ieri sono stata nel bosco, c'era così tanto aglio orsino che non ho potuto resistere a raccoglierlo, ne ho portato a casa un bel mazzo, ma ahimè, l'odore è davvero pungente, ha invaso la casa in un attimo, ho deciso subito di preparare una salsa da tenere in vasetto, in frigo, da usare al bisogno. Stasera è nato questo piatto, con due peperoni, una mozzarella e la salsa al l'aglio orsino è uscito questo capolavoro in bellezza e in bontà, un antipasto semplicissimo, ma d'effetto, decorato con un fiore di dente di leone, raccolto sempre nel bosco. 


Ingredienti per 4 persone

1 peperone giallo
1 peperone verde
1 spicchio aglio
1 gamba di sedano
2 cucchiai olio evo
Sale e pepe q.b.
1 cucchiaio aceto balsamico
1 cucchiaio zucchero di canna
Acqua q.b.
1 mozzarella di bufala

Salsa aglio orsino

1 mazzetto aglio orsino
1 pizzico di Fleur du sel o sale integrale
Olio evo q.b.

Preparate la salsa, lavate bene le foglie di aglio orsino e asciugatele su un canovaccio, mettetele in un mixer con il sale e tritate, aggiungete man mano l'olio fino ad ottenere una salsa morbida che metterete in un vasetto di vetro ermetico.
Lavate e pulite i peperoni, tagliateli a listarelle, tagliate a tocchetti il sedano, mettete tutto in padella con l'olio e l'aglio, salate, pepate e cuocete a fuoco medio, quando iniziano a rosolare bagnate con l'aceto balsamico e spolverizzate con lo zucchero di canna, poi unite un filo d'acqua per non farli attaccare. Cuocete per circa 15 minuti, finché saranno morbidi ma non sfaldati, togliete dal fuoco e impiattate con un coppapasta. Riempite lo stampo con i peperoni, adagiate due fette di mozzarella di bufala e completate con la salsa al l'aglio orsino è un fiore di dente di leone, se ne avete la possibilità.

domenica 19 aprile 2015

Roquamole

Roquamole? Si avete letto bene, non ho sbagliato a scrivere, la roquamole è una guacamole col Roquefort, un'alternativa alla classica ricetta messicana. Il formaggio rende questa cremina da aperitivo una vera golosità, ricca e saporita è perfetta da servire su un buffet d'aperitivo insieme alle classiche tortillas chips ma  anche con verdure crude, in stile pinzimonio. Ieri sera l'ho preparata per i miei ospiti e sono rimasti tutti entusiasti, provatela, non rimanerete delusi, anzi, la farete e rifarete ancora! 





Ingredienti

2 avocado maturi
125 gr Roquefort
60 ml panna acida
1 piccolo cipollotto
2 fettine di jalapenos in vasetto (facoltativo) in alternativa qualche goccia di Tabasco
Paprika per decorare

In una terrina sbriciolate il Roquefort, unite la panna acida e lavorate fino ad ottenere una crema, spolpate l'avocado e aggiungetelo al formaggio, tritate il cipollotto e il jalapenos (assaggiate per dosare la piccantezza a vostro piacere), amalgamate tutti gli ingredienti con una forchetta fino ad ottenere una consistenza morbida. Conservate la Roquamole in frigo coperta se la preparate in anticipo, al momento di servirla, mettetela in una ciotolina e spolverizzatela con la paprika, servitela con tortillas chips e verdure crude a bastoncini.




lunedì 13 aprile 2015

Rotolo di sfoglia speck, scamorza dolce e pere

Questo rotolo è uno stuzzichino furbo e veloce per un aperitivo in piedi, mi vergogno quasi a lasciare la ricetta, ma le cose semplici non sono mai banali, anzi, io sono per la cucina rapida e senza stress, mi piacciono le ricette facili ma particolari, che riescono a stupire anche senza troppe elaborazioni, perché il bello è stare insieme e condividere il piacere del cibo senza troppa fatica. 



Ingredienti

1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
100 gr speck 
1/2 pera
50 gr scamorza dolce
1 uovo

Accendete il forno a 180*

Srotolate la pasta sfoglia e bucherellatela coi rebbi di una forchetta, adagiate su tutta la superficie le fette di speck, la scamorza a fettine e la pera anche lei a fettine, chiudete i due lati corti e arrotolate la sfoglia dal lato lungo, stringendola ben stretta. Mettete il rotolo sulla teglia del forno con la sua carta, spennellatelo con l'uovo battuto e infornate per circa 20 minuti, finché non è ben dorato. Toglietelo dl forno e fatelo intiepidire prima di tagliarlo a fettine regolari di circa 1 cm.

sabato 11 aprile 2015

Gazpacho di peperone giallo e arancia allo zenzero

Amo il gazpacho, tra i piatti della cucina spagnola è il mio preferito senza alcun dubbio, d'estate è un'entrata rinfrescante è un pieno di vitamine assicurato, mi piace la sua consistenza polposa data dal pane, mi piace che sia una zuppa fredda, insomma lo adoro. Stasera ho fatto una rivisitazione semplicistica della ricetta classica coi pomodori, l'ho fatto con il peperone giallo e l'arancia, avevo poco nel frigo ma con pochi ingredienti sono riuscita a creare un piatto bello agli occhi e gustoso al palato, ho completato con crostini di pane, dadini di peperone è una miscela di semi di zucca, cranberries e noci, ma queste decorazioni sono assolutamente facoltative, guarnite pure a vostro piacere.



Ingredienti per 1 persona

1 peperone giallo 
1 arancia bionda
2 fette di pane in cassetta
1 spicchio aglio
1 cucchiaio olio evo
Un pizzico di sale
1/4 di cucchiaino di zenzero in polvere o fresco 
Mix di semi (facoltativo)

Togliete la crosta alle fette di pane e mettetela da parte, spezzate il pane e mettetelo in un piatto, bagnatelo col succo dell'arancia e lasciatelo riposare un attimo. Lavate e tagliate a metà il peperone, pulitelo dei semi e dei filamenti bianchi, tagliatelo a listarelle, tenetene una per la decorazione e riducete a pezzetti il resto. Mettete il peperone nel mixer con un pizzico di sale, lo spicchio d'aglio e frullate, poi strizzate il pane e aggiungetelo alla purea, unite lo zenzero e il succo rimasto nel piatto, tritate fino ad ottenere una buona consistenza granulosa. Tagliate a dadini piccoli la falda del peperone e le croste del pane, tostate quest'ultime in padella con l'olio evo finché non siano ben dorate. Servite il gazpacho in una fondina e decorate coi dadini di pane e peperone e a piacere coi semi croccanti.


venerdì 10 aprile 2015

Quinoa rossa in insalata con spinacini, avocado, feta, fragole e pistacchi profumata al lime e coriandolo

La quinoa è un alimento meraviglioso, versatile, sano, privo di glutine, interpretabile in mille modi, basta un po' di fantasia e potete creare insalate sfiziose e nutrienti, secondo la disponibilità stagionale delle verdure e Elia frutta di stagione. Il segreto per la riuscita della quinoa è il risciacquo, dovete lavarla molto bene prima di cucinarla perché i semini sono ricoperti di saponina, che non ha proprio un buon sapore! Una volta lavata la quinoa si cuoce per 10 minuti nel doppio di acqua del suo peso, si lascia riposare in pentola coperta e poi è pronta per essere condita in tutti i modi possibili. Vi propongo la mia versione di primavera, con la feta, l'avocado e le fragole, ci ho messo anche semi di zucca e pistacchi per avere anche l'effetto croccante che a me piace tanto, ho condito con olio evo, succo di lime e coriandolo, un'esplosione di sapori!


Ingredienti per 2 

120 gr quinoa rossa
240 gr acqua
1 avocado
100 gr feta
4/5 fragole
una manciata di spinacini freschi
1 lime succo e scorza grattugiata
3 cucchiai olio evo
Una manciata di pistacchi sgusciati
Una manciata di semi di zucca decorticati
Sale e pepe q.b.
1cucchiaio di coriandolo tritato fresco

Mettete la quinoa in colino e sciacquatela abbondantemente sotto l'acqua corrente, portate a bollore in un pentolino l'acqua, versate la quinoa e fatela cuocere per 10 minuti, poi toglietela dal fuoco e copritela con un canovaccio o un coperchio, fatela riposare per almeno 5 minuti.
Nel frattempo lavate e spuntate le fragole, tagliatele a cubetti e tenetene un paio se volete fare la decorazione come me nella foto, riducete a cubetti anche la polpa dell'avocado e la feta, lavate gli spinacini e tagliateli a pezzetti. Tritate i pistacchi e i semi di zucca grossolanamente. Mettete la quinoa in una ciotola e aggiungete tutti gli ingredienti, preparate il condimento con l'olio, il succo e la scorza del lime, il coriandolo tritato, sale e pepe, condite la quinoa e assaggiate per capire se manca di qualche cosa. Servitela con una fragola di decorazione, io l'ho messa nel coppa pasta, per renderla più chic! 


martedì 17 marzo 2015

Torta speziata agli agrumi Re-Cake 2.0

Eccomi qua con la mia seconda Re-Cake 2.0, con questa ricetta partecipo al concorso del contest Re-Cake 2.0, mi sono subito appassionata a questa gara tra food lover e food blogger in fb, far parte di questo gruppo è stimolante e appassionante, condividere una ricetta al mese e vedere l'amore e la gioia di chi prepara la torta assegnata è davvero stimolante. La ricetta di febbraio mi ha conquistato subito e come non potevo sperimentare anche quella di marzo? Oltretutto che è una torta agli agrumi ed io amo particolarmente i dolci agri, che siano al limone, all'arancia e anche ai mandarini...è sicuramente una torta nelle mie corde e infatti il risultato mi ha esaltato! Il fondo di caramello e fette di agrumi è ciò che rende questa torta soffice e lievitata una vera specialità e prelibatezza, provare per credere... Ho eseguito la ricetta pari passo, ho soltanto utilizzato al posto di 60 ml di un agrume a scelta, 30 ml di limone e 30 di lime, eccola qua la mia Re-Cake 2.0


Ingredienti

45 gr burro
100 gr zucchero di canna
15 gr miele
10 gr succo di limone
6-7 fettine sottili di lime, limone, arancia rossa
300 gr farina
1 bustina lievito
1/2 cucchiaino sale
1/2 cucchiaino cannella in polvere
1/2 cucchiaino cardamomo in polvere
4 uova medie
270 gr zucchero semolato
108 gr olio evo
60 ml succo arance rosse
30 ml succo lime
30 ml succo limone
45 gr latte intero
1 bacca di vaniglia i semi
5 gr scorza di arancia rossa








Accendete il forno a 180*

Foderate il fondo di una tortiera di 26 cm con carta forno. In un pentolino sciogliete a fuoco dolce il burro con lo zucchero di canna, il miele e il succo di limone, mescolando finché sia tutto ben sciolto, poi versate il caramello sul fondo della tortiera. Lavate e asciugate gli agrumi, tagliate delle fette sottili e disponetele sopra lo sciroppo, mettete da parte.
In una ciotola amalgamate gli ingredienti secchi, la farina, il lievito, il sale, la cannella e il cardamomo, in un'altra ciotola montate le uova con lo zucchero semolato e l'olio, poi unite il succo d'arancia, di lime e di limone, i semi della vaniglia, il latte e la scorza d'arancia grattugiata, quando il composto è ben omogeneo unitelo agli ingredienti secchi. Lavorate con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un impasto morbido e ben amalgamato, versatelo nella tortiera e infornate per circa 40-45 minuti, controllate la cottura con uno stuzzicadenti. 
Fate riposare per qualche minuto la torta, poi delicatamente con una spatola staccate la torta dal bordo e rovesciatela su un piatto da portata, eliminate la carta forno et voilà, la meraviglia!